Ghirlanda natalizia di aglio rosso, alloro e peperoncino

Stanchi dei soliti doni natalizi? Siete in cerca di un pensiero davvero originale e utile? Niente paura, ci pensa Dimarino a proporvi l’idea innovativa per eccellenza! Un regalo inedito, simpatico e di buon auspicio che, di questi tempi, non guasta mai.

Il nostro fiore all’occhiello per il Natale 2014 è questa bellissima ghirlanda decorativa (ma anche commestibile) fatta di aglio rosso, alloro e peperoncino piccante:  una miscela esplosiva di aromi, odori e influssi positivi!

L’aglio, come è ormai risaputo, è da sempre legato a tradizioni, superstizioni e credenze popolari…e se “i poteri” di questa pianta tanto odiata quanto amata facessero davvero la differenza?

Dobbiamo però riconoscere di non essere stati noi i pionieri nella realizzazione di questa chicca ornamentale: le sue origini vengono da epoche lontane! Già nell’antico Egitto l’aglio veniva usato in diversi modi e forme come ad esempio per nutrire gli schiavi e renderli più forti e vigorosi. Una collana di aglio veniva fatta indossare ai bambini per proteggerli dai parassiti intestinali e, con la stessa, ci si accertava anche della fertilità delle donne.

Nell’antica Grecia, sebbene fosse considerata “pianta degli inferi” e dedicata a Ecate dea degli spiriti, medici come Galeno e Ippocrate ne accertarono gli effetti benefici e il loro collega Dioscoride ne consigliava l’assunzione per contrastare patologie quali asma diuretico, mal di denti ed eruzioni della pelle. Ma il salto di qualità si ebbe nel corso del Medioevo quando si affermò indiscutibilmente come pianta curativa di febbre, sordità, emorragie e, soprattutto, come un potente antidoto contro la peste!

Sempre nel Medioevo nacque la credenza popolare secondo la quale tutte le abitazioni esponevano nella parte esteriore una corona di aglio per tenere lontano spiriti malvagi, sortilegi e demoni. E quando, successivamente, fu riconosciuto il suo potere antibiotico nacque la concezione che servisse a tenere lontani i vampiri considerati dei “parassiti” e questa pianta, avendo proprietà antibatteriche, riusciva a contrastarli. Un’altra teoria è quella secondo la quale l’aglio proteggesse dai vampiri perché in grado di ripulire il sangue rendendolo insipido al gusto di tali creature. I bulbi venivano confezionati in collane (simili a quelle che vi proponiamo) da tenere al collo o da appendere semplicemente in qualche angolo della casa. Questo era un rimedio efficacie anche contro malocchio e tutti gli influssi malefici.

Ma l’aglio, nelle credenze popolari, non è solo un poderoso rimedio per contrastare il male, altresì è considerato un talismano di fortuna e ricchezza: in alcune zone sembrerebbe donare forza e protezione, allontanerebbe l’invidia, i brutti sogni e addirittura terrebbe lontani i ladri dalla propria abitazione. Alcune teorie sostengono che l’aglio comprato il 24 giugno, giorno del solstizio d’estate, porterebbe ricchezza e benessere: “Chi non compra l’aglio a San Giovanni è povero tutto l’anno”.

Alla luce di tali importanti proprietà che, da sempre, vengono attribuite a questa pianta, una ghirlanda portafortuna attaccata all’uscio di casa è d’obbligo questo Natale! Non sia mai che, oltre ad allontanare gli influssi negativi, sia di buon auspicio per un 2015 più ricco? E se nemmeno la magica ghirlanda riuscisse a portare una vincita milionaria alla lotteria, potreste sempre decidere di mangiare l’aglio della corona così da essere belli fuori e… ricchi dentro e, al tempo stesso, allontanare tutti i personaggi non graditi con un soffio!

BUONE FESTE A TUTTI!!!