Le tolle di Torricella Peligna

Il Rosso di Sulmona è l’unica varietà italiana di aglio che emette gli scapi fiorali nella parte centrale dello stelo della pianta. Tolle o zolle, così vengono chiamate a Torricella Peligna, storico borgo di montagna del Chietino, dove i nostri prodotti vengono coltivati con metodi antichi e tradizionali.

Le tolle devono essere necessariamente asportate per consentire la regolare crescita del bulbo interrato, altrimenti lo stelo inizierebbe a lignificare e a portare a maturazione il fiore all’estremità superiore della zolla. Ciò significherebbe far germinare un altro aglio in miniatura togliendo nutrimento al bulbo principale. L’intera operazione di rimozione viene effettuata manualmente, di solito dalla seconda metà di maggio, ed entro 15 giorni dalla comparsa degli scapi fiorali. Le zolle vengono sfilate dallo stelo una per una ed è un lavoro molto delicato che, solitamente, va effettuato al mattino presto quando la presenza di umidità agevola l’estrazione.

Una volta raccolte, le tolle devono essere lavorate al più presto poiché perderebbero le sostanze benefiche tipiche dell’aglio, di cui sono ricche, a causa della disidratazione naturale del prodotto. Per la fase di conservazione vengono selezionate e utilizzate solo le parti più tenere e saporite.

Il meticoloso lavoro della raccolta, la rapidità con la quale bisogna avviarne la lavorazione e il sapore più delicato rispetto all’aglio tradizionale, rendono questo prodotto esclusivo e di nicchia. Un frutto pregiato ed estremamente ricercato sia allo stato fresco che conservato sottolio. La sua versatilità ne consente molteplici utilizzi in cucina: come contorno, nell’aperitivo, con qualsiasi antipasto, come condimento per primi piatti e per la frittata.

Si tratta di un prodotto tipicamente abruzzese, particolarmente apprezzato in Italia che può essere lavorato anche per la produzione di creme e patè. Per la Dimarino srl si tratta di un prodotto di punta e la mission aziendale è quella di condurlo sul palcoscenico internazionale portando la nostra regione a essere tra le più conosciute in tutto il mondo.